IL PIANETA DEI FICHI D’INDIA

Domenico De Ferraro

 

Introduzione

Il pianeta dei fichi d'india vorrebbe essere un racconto fantascientifico più fantasy che approva la logica del concetto espressivo che un fico d'india sia una identità aliena capace di interagire con gli individui di razza superiore come Michele Ferro padrone delle terra di mezzo, ovvero dell'isola. Il racconto presenta diverse sfumature buffe surreali espressive volatile nell'interrogarsi cosa sia l'esistenza e cosa sia la poesia in genere. Un fiore non è neppure un fico d'india che non è un frutto dello spazio profondo ma giunse sulla terra con una navicella extraterrestre .

Oltre ogni concettualismo il racconto è ridicolo nel sua originalità verbale attraverso l'immedesimassi nelle varie figure esculapie che emergono dal profondo della coscienza dello scrittore.

Indice

RICERCA


CONDIVIDI SU FACEBOOK

CONDIVIDI SU TWITTER